Bambini e terrorismo: quando e di cosa parlare?

Una foto della piazza di Bruxelles dopo gli attentati

Notizie terribili e immagini spaventose si rincorrono in questi giorni sugli schermi delle televisioni, alla radio e su internet. Sembrano giorni fatti apposta per far crescere l’ansia, per creare la percezione di una minaccia che non sappiamo quando e dove prenderà forma. In un contesto del genere chi ha #bambini si chiede come gestire la comunicazione con loro: è giusto …

La sindrome del tubero solitario

E' possibile creare un disturbo psicologico accidentalmente e far sì che la gente ne parli e lo consideri vero?

E’ possibile creare un disturbo psicologico accidentalmente e far sì che la gente ne parli e lo consideri vero?

A proposito di relazione, mucche e produzione del latte

Immagine del muso di una mucca

Chi l’ha detto che della relazione hanno bisogno solo gli esseri umani? Uno studio inglese mette in correlazione l’atteggiamento degli allevatori verso le loro mucche e le variazioni nella produzione del latte

Razzismo, follia e i fatti di Firenze

Una fotogramma dal film L'odio ("La haine" è il titolo originale)

Dopo la strage di Firenze nella quale Gianluca Casseri ha sparato a diverse persone originarie del Senegal, si cerca una spiegazione di quanto è successo. La psicologia sistemica forse può dare un contributo.

Psicologia del fotoritocco

L'immagine di una foto modificata e valutata dal software che scopre i ritocchi

Le foto di modelle, attori e celebrità in genere sono spesso modificate al computer per eliminarne difetti e renderli più simili al nostro ideale di bellezza. Un ricercatore ha elaborato un software per scoprire quali foto sono modificate e quali non lo sono. Questo argomento si collega inoltre con quello dei disturbi dell’alimentazione…

Giudizi a priori

Un sikh devoto a Gurudwara, scattata nel tempio di Bangla Sahib a Nuova Delhi

Usiamo spesso l’espressione “a priori” per dare valore ai giudizi e alle opinioni che esprimiamo, ma è corretto farlo?
Sottoposta ad uno sguardo critico non sembra che l’espressione abbia molto senso…

Ancora un po’ di Bateson…

Gregory Bateson, at home in Ben Lomond, California, 1975.

Alcuni file audio reperiti in rete: il primo è la versione audio del capitolo “Finalità cosciente e natura” contenuto nel libro “Verso un’ecologia della mente” di Gregory Bateson, il secondo invece – in inglese – è la registrazione di un seminario di Gregory Bateson su “Stories and metaphors”