3 buoni motivi per parlare di più al tuo bambino

Featured Video Play Icon

3 buoni motivi per parlare di più al vostro bambino

Tutti sappiamo quanto sia importante parlare ai . È però importante ricordarlo in un momento storico in cui spesso l’intrattenimento per i più piccoli viene fornito dai dispositivi elettronici o dalla televisione. Sviluppare l’intelligenza, creare una buona relazione e stabilire un buon dialogo sono solo alcuni dei motivi per cui è opportuno parlare di più ai propri figli.

Più i genitori parlano ai loro bambini, più velocemente si sviluppa il loro
La cosa importante non è tanto che ad ogni bambino debba essere insegnato, quanto che ad ogni bambino debba essere dato il desiderio di imparare. JOHN LUBBOCK
vocabolario e migliore sarà la loro intelligenza.

Nel 1995 la ricercatrice Betty Hart il collega Todd Risley, ricercatori dell’Università del Kansas, hanno pubblicato i risultati di una ricerca decennale della quale come quanto 42 famiglie di Kansas City parlavano a casa.

I ricercatori trovarono una forte correlazione tra il numero di parole che erano state dette al Parlare ai bambini fin dalla più tenera età può avere effetti positivi sia sullo svliluppo di intelligenza e vocabolario che su quello della relazione e del dialogo.bambino da parte dei suoi genitori quando era molto piccolo e il suo successo scolastico a nove anni.

Riscontrarono anche che a tre anni un bambino cresciuto in una famiglia di professionisti aveva sentito 30.000 parole in più rispetto a un bambino cresciuto in una famiglia di bassa estrazione culturale.

Un’altra ricercatrice della Stanford University, Anne Fernald, ha trovato che le differenze nei bambini si possono notare anche prima dei tre anni di età. Persino a 18 mesi si può riscontrare una disparità nello sviluppo tra bambini che appartengono a famiglie con una buona competenza linguistica e quelli che appartengono a famiglie con istruzione più bassa.

I bambini imparano le parole della relazione

Ma oltre al “quantitativo” di parole che i bambini ascoltano è importante sottolineare il fatto che le parole che costruiscono vocabolario e intelligenza sono quelle che vengono dette intenzionalmente e direttamente a loro. Se infatti i bambini ascoltano parole pronunciate in conversazioni tra adulti ciò non ha lo stesso effetto di quando le parole vengono pronunciate in una conversazione con il bambino.

Costruire la relazione è uno degli effetti collaterali  positivi del parlare con i bambiniPer questo motivo mettere un bambino davanti alla televisione o lasciarlo seduto di fianco a degli adulti che stanno parlando di Platone non ha un effetto altrettanto positivo che conversare direttamente con lui.

Questo significa che per migliorare la competenza linguistica del bambino è necessario anche sviluppare con lui una buona relazione. Le due cose sono strettamente collegate: avere frequenti conversazioni con un bambino aiuta infatti non solo a sviluppare un vocabolario più ampio ma a costruire una relazione più stretta, allo stesso modo avere una buona qualità della relazione con un bambino induce a conversazioni più frequenti per iniziativa sia dell’adulto che del bambino stesso.

Parlare aiuta ad elaborare le esperienze difficili.

Come tutti sappiamo inoltre parlare con i propri figli è un ottimo modo per trasmettere loro dei contenuti, Una buona abitudine a parlare con i bambini favorisce anche lo sviluppo di una conversazione in periodi educativamente più difficili come l'adolescenzavenire a conoscenza dei loro pensieri e aiutarli ad elaborare esperienze che autonomamente possono faticare a comprendere sviluppando così un dialogo che – soprattutto in età adolescenziale- ci aiuterà mantenere con loro una conversazione sincera e confidenziale.

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2015


A proposito di Davide Baventore

Davide Baventore - Psicologo

Facebook Twitter Google+

Mi chiamo Davide Baventore, sono uno psicologo sistemico, appassionato di teoria della complessità e delle nuove tecnologie. Vivo e lavoro a Milano, Busto Arsizio e svolgo consultazioni psicologiche online attraverso l'uso di skype. Da quando ho cominciato a studiare psicologia mi sono appassionato alle sue molteplici applicazioni, che la rendono una delle scienze più poliedriche che ci siano. Dall'aiuto a chi si trova in un momento problematico allo sviluppo dell'ergonomia, dalle tecniche di rilassamento alla meditazione, dalle applicazioni in ambito lavorativo allo studio della fisiologia del cervello la psicologia è diventata protagonista di una serie di ambiti diversissimi compreso l'utilizzo delle nuove tecnologie sia in senso positivo che negativo. In questo blog cerco di dare informazioni utili a colleghi psicologi e a persone interessate a conoscere questo mondo profondo e poliedrico. Per ogni domanda e curiosità che avete potete scrivermi attraverso il modulo che c'è nella pagina "chi sono" del sito. Ogni suggerimento è gradito! Se invece vi interessa una consulenza psicologica online cercate le informazioni nell'apposita sezione!

Commenta