Enpap, alle elezioni vuoi cambiare?

elezioni enpap cultura e professione

elezioni enpap cultura e professione

Enpap, alle elezioni vuoi cambiare?

Le elezioni Enpap sono la possibilità di cambiare il funzionamento dell’ente di previdenza che, si suppone, un giorno dovrà restituirci quello che gli abbiamo versato sotto forma di pensione.

I problemi in questi anni sono stati tanti:

  • In primis una cattiva gestione dei nostri soldi, investiti prevalentemente su titoli di stato italiani che, viste le condizioni economiche dell’Italia, non danno sufficienti garanzie di affidabilità nel tempo.
  • Una scelta curiosa degli istituti di credito ai quali affidarsi. Avevo fatto notare all’interno del mio Dossier Enpap come due banche scelte per depositare i soldi della nostra cassa di risparmio fossero piccole e sconosciute ma – sicuramente per caso – appartenessero ai territori di provenienza del presidente e vicepresidente di Enpap.
  • La sostanziale perdita di valore registrata dalla gestione finanziaria di Enpap, che ha visto una diminuzione del valore dei titoli di stato che l’ente ha ampiamente acquistato nel proprio portafoglio.
  • Una certa mancanza di democrazia interna: sappiamo che l’attuale maggioranza Aupi si è distinta per  non aver mostrato i documenti relativi all’acquisto di Via della Stamperia ai consiglieri dell’opposizione. Sappiamo che nemmeno il membro d’opposizione presente all’interno del Consiglio di Amministrazione ha potuto visionare l’immobile fino a poco tempo fa.
    Inoltre sappiamo che l’attuale amministrazione ha voluto eleggere a colpi di maggioranza i propri scrutatori per le prossime elezioni. Se in precedenza era consuetudine che anche le liste di minoranza avessero i propri scrutatori, questa volta Aupi ha preferito eleggersi i suoi e basta.
  • La sovrarappresentazione dei dipendenti pubblici rispetto ai liberi professionisti: non si capisce perché in un sistema economico che vede sempre meno assunzioni nel pubblico e sempre più psicologi con la partita IVA, l’Enpap debba fare eccezione ed essere governato dai rappresentanti di chi ha una pensione diversa da quella di chi è solo libero professionista.
Bastano questi motivi per pensare di cambiare la classe politica che governa Enpap?
Secondo me sì e per questo mi sono candidato tra le fila della lista Cultura e Professione.
Tutti i commenti e i suggerimenti sono ben accetti; cliccando qui accedete alla pagina facebook dedicata a queste elezioni e potrete dialogare con noi di Cultura e Professione, farci domande o avanzare proposte.

 

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2012


A proposito di Davide Baventore

Davide Baventore - Psicologo

Facebook Twitter Google+

Mi chiamo Davide Baventore, sono uno psicologo sistemico, appassionato di teoria della complessità e delle nuove tecnologie. Vivo e lavoro a Milano, Busto Arsizio e svolgo consultazioni psicologiche online attraverso l'uso di skype. Da quando ho cominciato a studiare psicologia mi sono appassionato alle sue molteplici applicazioni, che la rendono una delle scienze più poliedriche che ci siano. Dall'aiuto a chi si trova in un momento problematico allo sviluppo dell'ergonomia, dalle tecniche di rilassamento alla meditazione, dalle applicazioni in ambito lavorativo allo studio della fisiologia del cervello la psicologia è diventata protagonista di una serie di ambiti diversissimi compreso l'utilizzo delle nuove tecnologie sia in senso positivo che negativo. In questo blog cerco di dare informazioni utili a colleghi psicologi e a persone interessate a conoscere questo mondo profondo e poliedrico. Per ogni domanda e curiosità che avete potete scrivermi attraverso il modulo che c'è nella pagina "chi sono" del sito. Ogni suggerimento è gradito! Se invece vi interessa una consulenza psicologica online cercate le informazioni nell'apposita sezione!

Commenta