Enpap: servizi o propaganda?

La chiavetta USB - a forma di maiale o di salvadanaio a seconda di come la interpretate - che Enpap ha regalato ai partecipanti all'evento del 24 marzo a Milano

La chiavetta USB - a forma di maiale o di salvadanaio a seconda di come la interpretate - che Enpap ha regalato ai partecipanti all'evento del 24 marzo a MilanoSabato 24 marzo ho partecipato al seminario “Web – Esercizio della professione e uso di internet: pubblicità, privacy e sicurezza” organizzato a Milano da Enpap e annunciato attraverso l’invio di una mail agli iscritti.

In una lettera aperta all’Ente da parte dell’associazione GPL ho già segnalato come la tempistica dell’evento sia curiosamente di poco successiva allo scandalo che l’ha coinvolto e come dunque fosse legittimo il sospetto che l’iniziativa fosse stata progettata più per recuperare consensi che per dare effettivamente servizi agli iscritti.

Ma vediamo com’è andata: la sala dell’Hotel Doria prenotata per il seminario era purtroppo semi-vuota. Nel momento in cui abbiamo raggiunto il picco di presenze ho contato 35 persone in una sala che avrebbe potuto tranquillamente raccoglierne un centinaio. Eppure mi è giunta voce del fatto che molti colleghi che hanno cercato di prenotarsi sono stati rifiutati perché il numero massimo di partecipanti era stato raggiunto. Immagino dunque che Enpap non abbia tenuto conto della tendenza che hanno in genere le persone a prenotarsi per poi a non venire.

Il seminario, tenuto da un consulente del lavoro, ha preso in considerazione tutti gli aspetti legali relativi alla pubblicizzazione dell’attività di psicologo e psicoterapeuta sia sul web che attraverso i mezzi tradizionali (targhe, biglietti da visita, ecc).

Intorno alle 10.40 però i lavori sono stati interrotti dal presidente Arcicasa che – a sorpresa – si è ritagliato uno spazio per uno “spot pubblicitario”. Il presidente si è infatti prodigato a spiegarci quanto buona fosse la gestione di Enpap da parte della sua amministrazione.

La propaganda pro-Enpap non ha forse sortito gli effetti sperati dato che alcuni tra i pochi presenti in sala hanno sollevato obiezioni rispetto ai contenuti e ai modi con i quali il presidente stava interrompendo un seminario pagato coi soldi degli iscritti per cercare di recuperare consensi.

Le spiegazioni comunque sono sempre le stesse: “è normale comprare un palazzo a quel prezzo e noi l’abbiamo fatto come un investimento per gli psicologi”. Non una parola sulle stranezze che hanno caratterizzato – almeno – il passaggio di proprietà dal Fondo Omega di Idea Fimit a quelle del Sen. Conti; evidentemente il presidente Arcicasa pensa che questo non ci riguardi.

Alle obiezioni del pubblico che gli contestava la presentazione di dati economico-finanziari che non sono di comune conoscenza il presidente ha poi affermato che noi psicologi dobbiamo diventare tutti “un po’ più tecnici” e andare a leggere i bilanci Enpap per controllare come vanno le cose.
Capisco il ragionamento di Arcicasa e forse è vero che tutti dovremmo interessarci di più dell’andamento delle finanze di Enpap ma credo che dovrebbe essere l’ente stesso a prendersi la briga di comunicare ai propri iscritti il suo andamento patrimoniale e finanziario, facendolo in maniera comprensibile affinché tutti capiscano.

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2012


A proposito di Davide Baventore

Davide Baventore - Psicologo

Facebook Twitter Google+

Mi chiamo Davide Baventore, sono uno psicologo sistemico, appassionato di teoria della complessità e delle nuove tecnologie. Vivo e lavoro a Milano, Busto Arsizio e svolgo consultazioni psicologiche online attraverso l'uso di skype. Da quando ho cominciato a studiare psicologia mi sono appassionato alle sue molteplici applicazioni, che la rendono una delle scienze più poliedriche che ci siano. Dall'aiuto a chi si trova in un momento problematico allo sviluppo dell'ergonomia, dalle tecniche di rilassamento alla meditazione, dalle applicazioni in ambito lavorativo allo studio della fisiologia del cervello la psicologia è diventata protagonista di una serie di ambiti diversissimi compreso l'utilizzo delle nuove tecnologie sia in senso positivo che negativo. In questo blog cerco di dare informazioni utili a colleghi psicologi e a persone interessate a conoscere questo mondo profondo e poliedrico. Per ogni domanda e curiosità che avete potete scrivermi attraverso il modulo che c'è nella pagina "chi sono" del sito. Ogni suggerimento è gradito! Se invece vi interessa una consulenza psicologica online cercate le informazioni nell'apposita sezione!

Commenta