Soluzioni semplici a problemi complessi

Confronto tra grandi e piccoli college negli Stati Uniti

Confronto tra grandi e piccoli college negli Stati UnitiHo scoperto un sito interessante: si tratta di onlineschools.org: è un sito americano che si occupa di istruzione via internet e raccoglie al suo interno informazioni relative a istituzioni che erogano istruzione scolastica gratuitamente o a pagamento, di livello base (fino a raggiungere quello che è il nostro liceo) o universitaria.

E’ interessante per diversi motivi: innanzitutto il fatto che esista un sito del genere ci dice a che punto siano arrivati negli stati uniti con l’istruzione mediata dal computer e con l’e-learning, inoltre offre una serie di approfondimenti espressi attraverso la tecnica dell’infographic cioè della rappresentazione di informazioni attraverso le immagini, una tecnica che ho già sottolineato in questo blog essere molto interessante.

Questo sito elenca, commenta e illustra i diversi enti che offrono istruzione online nel cosiddetto k-12 cioè quel periodo della scuola che negli Stati Uniti va dai 4/6 anni ai 16/19 e che potrebbe corrispondere all’incirca all’offerta scolastica che lo Stato offre anche in Italia, dalle elementari al liceo. Inoltre sono elencate anche le università che offrono corsi on-line, anche un intero corso di laurea. Oltre a questo, sul sito si trovano anche una analisi tematiche legate  al tema dell’istruzione e delle nuove tecnologie.

Quali sono le motivazioni per le quali un bambino dovrebbe utilizzare un servizio di apprendimento on-line invece che una scuola tradizionale? Quelle che elenca il sito sono queste (e ci dicono qualcosa delle differenze tra noi e gli U.S.A.):

  1. Problemi geografici: per alcuni bambini che abitano in zone montane o agricole raggiungere una scuola può essere un’impresa impossibile da compiere in giornata.
  2. Contenuti educativi: non tutti i genitori potrebbero condividere quanto viene insegnato nelle scuole pubbliche o come viene insegnato. Per esempio se la famiglia segue un particolare credo religioso potrebbe non gradire che i propri figli ricevano un’istruzione ispirata ad altri concetti e princìpi.
  3. Condizioni mediche: in caso di grave malattia un bambino può essere costretto a seguire la scuola da casa e non tradizionalmente dentro una classe.
  4. Opportunità: le scuole online offrono un’ampia varietà di curricula e dunque potrebbero fornire al bambino l’insegnamento di materie che non sono tradizionalmente trattate all’interno della scuola pubblica, questo offre ai genitori la possibilità di creare un’istruzione ad hoc per il loro figlio.

Faccio menzione di questo sito perché l’istruzione on-line ha a che fare con alcuni dei miei argomenti di interesse: la complessità e la psicologia. Nelle scuole online, al di là delle valutazioni sulla loro bontà o sulla loro inefficacia, possiamo vedere un tentativo di dare risposta alla complessità di una domanda che si differenzia tanto più quanto cresce la varietà del mondo nel quale viviamo (così come suggerisce anche Massimo Giuliani in questo articolo).

Non escludo che alla base dell’offerta scolastica mediata da internet vi siano ragioni di profitto legate, ad esempio, alla mancanza di una struttura fisica da mantenere (come quella di un edificio scolastico) ma sicuramente all’interno della rete trovano spazio anche intenti più nobili come quello di rendere disponibili a tutti contenuti di buona qualità o garantire la possibilità di farsi la propria informazione invece che riceverla già fatta da qualcun altro.

Inoltre l’istruzione on-line ci pone di fronte a una serie di interrogativi interessanti dal punto di vista della psicologia: è possibile imparare senza la tradizionale struttura del gruppo-classe? Quali accorgimenti dobbiamo usare per garantire l’apprendimento? Quale forma deve avere il materiale di studio offerto on-line, rispetto a quello tradizionale? Come si trasforma il rapporto tra studente e insegnante se trasferito a livello informatico invece che diretto?

Le domande sono ancora aperte ma mi sembra comunque di scorgere una risposta nelle linee guida espresse dal sito: relazione e personalizzazione.

Da una parte la relazione garantisce il legame che sostiene il processo di apprendimento, la motivazione dello studente e inoltre garantisce una forma di continuità con il processo di apprendimento come noi lo intendiamo tradizionalmente. In aggiunta, il fatto di poter mantenere una sorta di rapporto privilegiato con gli insegnanti permette la creazione di un corso di studi che sia in qualche modo fatto “su misura” sulle esigenze e le disposizioni dell’allievo.

Queste sono solo poche riflessioni che non vogliono in alcun modo essere esaustive rispetto ad un tema che è tutt’altro che semplice, ma appassionante perché ci aiuta ad indagare in profondità i meccanismi costitutivi dell’apprendimento, della relazione e anche delle trasformazioni che i nostri rapporti affrontano quando messi a confronto con le risorse e i limiti dei nuovi canali comunicativi.

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2011


A proposito di Davide Baventore

Davide Baventore - Psicologo

Facebook Twitter Google+

Mi chiamo Davide Baventore, sono uno psicologo sistemico, appassionato di teoria della complessità e delle nuove tecnologie. Vivo e lavoro a Milano, Busto Arsizio e svolgo consultazioni psicologiche online attraverso l'uso di skype. Da quando ho cominciato a studiare psicologia mi sono appassionato alle sue molteplici applicazioni, che la rendono una delle scienze più poliedriche che ci siano. Dall'aiuto a chi si trova in un momento problematico allo sviluppo dell'ergonomia, dalle tecniche di rilassamento alla meditazione, dalle applicazioni in ambito lavorativo allo studio della fisiologia del cervello la psicologia è diventata protagonista di una serie di ambiti diversissimi compreso l'utilizzo delle nuove tecnologie sia in senso positivo che negativo. In questo blog cerco di dare informazioni utili a colleghi psicologi e a persone interessate a conoscere questo mondo profondo e poliedrico. Per ogni domanda e curiosità che avete potete scrivermi attraverso il modulo che c'è nella pagina "chi sono" del sito. Ogni suggerimento è gradito! Se invece vi interessa una consulenza psicologica online cercate le informazioni nell'apposita sezione!

Commenta